Costituita la rete nazionale “Qualità e Sviluppo dei licei musicali e coreutici”

Il 23 novembre 2011, nella sede Miur di viale Trastevere, è stata costituita la rete nazionale Qualità e Sviluppo dei licei musicali e coreutici. Ad oltre un anno dalla nascita dei nuovi licei musicali e coreutici, unica vera novità della riforma Gelmini, il direttore generale per gli ordinamenti e l’autonomia Carmela Palumbo ha assecondato una richiesta che i licei avevano reiteratamente rivolto al ministero, in assenza, nel primo anno di avvio della messa ad ordinamento, di qualsivoglia attività di supporto logistico e d organizzativo.

Ciò peraltro a ridosso di un convegno tenutosi a Parma nel maggio scorso e rivolto informalmente a rappresentanti di diversi licei musicali; il quale ha rivelato, nell’articolata partecipazione dei convenuti, una notevole quantità di problematiche ancora in attesa di adeguata risoluzione.

Successivamente la direzione generale per gli ordinamenti e l’autonomia scolastica ha avviato un organico piano di interventi finalizzato:

  • al sostegno e all’attuazione del profilo generale e specifico del liceo musicale e delle indicazioni di ogni disciplina;
  • alla verifica e al monitoraggio di idee, percorsi, progetti, processi messi in campo dalle scuole, oltre che dei principali risultati conseguiti dagli studenti in termini di conoscenze e competenze;
  • alla costituzione di reti verticali e orizzontali a supporto della diffusione della cultura e della pratica musicale nella scuola;
  • alla qualificazione dell’insegnamento musicale e coreutico e alla formazione del personale ad esso destinato;
  • alle possibili forme di verticalizzazione degli studi musicali e coreutici.

Di seguito, armonizzando i diversi contributi dei due importanti eventi succitati – piano della Direzione generale ed esigenze emerse dal convegno dei licei musicali – è stato approntato il progetto di rete nazionale, che dopo essere stato sottoposto all’attenzione e all’approvazione di massima dei licei musicali (56 statali e 10 paritari) e coreutici (11 statali e 6 paritari) è stato reso nella forma di un atto costitutivo della rete dei licei musicali e coreutici il trascorso 23 novembre.

Questo prevede i fini e gli obiettivi che si possono riassumere nell’impegno al lavoro comune tra licei e Miur riguardo:

  • la definizione di un curriculum verticale;
  • lo sviluppo di modelli e strumenti di valutazione e certificazione delle competenze in entrata e in uscita e per il passaggio tra i diversi cicli scolastici;
  • la formazione dei docenti di indirizzo;
  • il monitoraggio delle esperienze e delle pratiche metodologico-didattiche;
  • le indicazioni riferite al reclutamento del personale docente delle aree di indirizzo;
  • lo sviluppo di un portale ideato come contesto collaborativo di supporto alle attività e allo scambio e all’integrazione di pratiche, prodotti, processi e modelli, sviluppati dalle scuole.

Al liceo ginnasio con sezione musicale Carlo Rinaldini di Ancona, individuato quale scuola capofila della rete, è stata attribuita la gestione amministrativa delle attività, riservando ad un’apposita “cabina di regia” la progettazione delle attività comuni.

Questa voce è stata pubblicata in Istituzioni formative. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.