Metodologie II-7 – Dalla meloarmonia classico-romantica al testuralismo

Riporto di seguito le raccomandazioni generali per la vostra migliore applicazione.

Lo studio sul testo in adozione “L’evoluzione retorica del pensiero musicale” va svolto innanzitutto sulla parte introduttiva generale delle pp. 148-168 riguardante il pensiero musicale che dall’illuminismo apre al classicismo ed al romanticismo; qui si trattano gli integrati concetti fondativi di allineamento tematico, quadratura ritmico-fraseologica del melos e sonatismo classico. Mentre alle pp. 169-184 è trattato in maniera succinta ma profondamente riferita all’ermeneutica simbolico-semiologica e retorico-significante del testo musicale della beethoveniana Nona Sinfonia detta “Corale”. A questo studio va integrata la lettura dell’ancor eccellente saggio di Massimo Mila, La lettura della IX Sinfonia, pubblicato negli anni settanta e ripubblicato in diverse ristampe da Einaudi (collana PBE): una visione che nel mio testo è stata aggiornata soprattutto sul piano dell’approfondimento teorico-analitico. Con preciso riferimento alle pp. 5-33 (introduzione all’opera), 35-39 (I movimento), 80-85 (II movimento), 104-113 (III movimento), 122-131, 142-151 e 168-177 (IV movimento)  Ma anche ripromettendoci, con ulteriori approfondimenti di ordine performativo, di penetrare ancor più il senso profondo della poetica musicale beethoveniana, accostandoci ad  uno dei massimi capolavori  mai scritti. E grazie ad uno studio dello spartito culturalmente più aperto sia per visione metodologica specificamente analitica del testo, sia per il contestuale inserimento in una visione culturale ancor più marcatamente interdisciplinare.

______________________________________________________________________________________

La lezione è dedicata innanzitutto all’ascolto e all’analisi del IV movimento:

MII-7 – Dalla meloarmonia classico-romantica al testuralismo

Cui segue il riscontro sulla beethoveniana Poetica della Gioia, a partire dalla precoce fase testamentaria del grande compositore – testamento di Heiligenstadt fino al riconosciuto suo lascito artistico e morale – orazione funebre del grande poeta e drammaturgo viennese Franz Grillparzer. Allo scopo di riconoscere la peculiarità dell’”etica testamentaria” implicata nell’Inno alla Gioia e nel più maturo significato assunto dalla stessa nella Sinfonia Corale, al modo di una … Poetica delle Poetiche: una compiuta Weltanschauung lentamente maturatasi a ridosso di altre fondative visioni di vita del Nostro. E tanto potente da assimilarne ed inglobarne poco a poco ogni vitale ed artistica motivazione. Al modo anche del sintetico diario di una compiuta esperienza di vita, ricondotta nelle pure diversificate fasi ad un’estrema e potente sintesi unitaria, indirizzata adesso verso l’esaltazione sublimante di una meta trascendente e suprema, posta al di sopra dell’individuale vita stessa.

La visione fin qui maturata del sonatismo e del sinfonismo beethoveniani va intesa al modo della predisposizione di una nuova concezione epocale della qualificazione retorica del discorso musicale, adesso puntata, rispetto l’originario impianto “discorsivo” (= logo-centrico, rispetto una tradizione che dall’antichità permea la storia occidentale dal Medioevo al Barocco), piuttosto verso esiti marcatamente narrativi (forma sonatistica, e sinfonica, come “romanzo”): a crescendo indirizzo “retorico-visionario”, come appresso si preciserà il pensiero musicale romantico. Ciò a ridosso della già introdotta concezione “etica testamentaria” implicata nell’Inno alla Gioia e nel più maturo significato assunto dalla stessa nella Sinfonia Corale, al modo di una … Poetica delle Poetiche: una compiuta Weltanschauung lentamente maturatasi a ridosso di altre fondative visioni di vita del Nostro. E tanto potente da assimilarne ed inglobarne poco a poco ogni vitale ed artistica motivazione. Al modo anche del sintetico diario di una compiuta esperienza di vita, ricondotta nelle pure diversificate fasi ad un’estrema e potente sintesi unitaria, indirizzata adesso verso l’esaltazione sublimante di una meta trascendente e suprema, posta al di sopra dell’individuale vita stessa.

Inoltre la lettura/ermeneutica del IV movimento allargata al confronto con i precedenti movimenti disvela la particolare natura di questo maestoso Finale: sintesi possente di Cantata, Tema con variazioni e Forma-Sonata e perfino Oratorio nella particolarità narrativa dell’avvio al modo ampiamente articolato di un Prologo: elaborazione magistralmente integrata – tra soli, coro e orchestra – di procedimenti concertanti di Corale figurato e di Aria solistica e polifonica, imitativi nello stile rinnovato del Canone, del Fugato e del Mottetto, nonchè nel momento più esaltante della Fuga – a due soggetti e con funzione sonatistica di Fusione tematica e retorico-narrativa di epiphonema, di conseguente rivelatorio momento topico rispetto l’opera intera (cfr. al proposito la definizione riferita al Tema della fratellanza, dall’ancor valido M. Mila, di Sancta Sanctorum  – ossia l’area più sacra del tabernacolo e dunque del Tempio di Dio …)!

A questa fase è seguita la ricognizione, con specifiche risposte alle domande poste nella lezione precedente, della più ampia collocazione stilistica dell’opera e di una conseguente aggiornata considerazione critico-estetica: con risalto sia della componente illuministica del pensiero beethoveniano sia della componente proto-romantica e delle rinvigorenti sue matrici germaniche, kantiane in primo luogo. Utile il seguente sito che sintetizza in chiave divulgativa le componenti filosofiche che tanto influenzarono il grandissimo ed attualissimo compositore di Bonn, Musicista e Umanista Sommo tra i Sommi.

 http://www.iisf.it/scuola/kant/pura.htm

Tale analisi critica è stata in questo studio analitico sorretta a monte dalle componenti specifiche di genuino e specifico pensiero musicale epocale che caratterizzano l’opera:

  1. la marcatissima qualificazione plastico-“scultorea” del mélos beethoveniano – fondativa della Nuova polifonia romantica;
  2. la definitiva classicizzazione dei generi d’uso in una concezione retorico-narrativa del Sonatismo e del Sinfonismo svolta al modo di una sempre più complessa Teoria del Romanzo musicale – dunque una fondazione della Retorica visionaria dei Romantici, massimamente codificata nel genere-modello del Poema sinfonico
  3. e culminante nella massimamente creativa integrazione dei generi classici: porta aperta per la cd. “forma libera” dei romantici e, a più ampia gittata storica, per la successiva formatività modernistica fondata sulle ragioni intrinseche del materiale d’invenzione.
  4. Il dominio crescente degli idiomi strumentali-performativi caratterizzanti dell’epoca successiva: il pianoforte arricchito nelle componenti di meccanismo tecnico-esecutivo e l’orchestra resa nella sua globalità al modo di uno strumento musicale autonomo grazie alle geniali elaborazioni di “stile spezzato”.

Con un conseguente spazio alle ragioni orali e performative di un siffatto modello di repertorio. Repertorio oramai indirizzato, per le sue intrinseche ragioni poetiche di musicalità culturalmente (e letterariamente) ben fondata, verso una concezione della performance a forte risalto soggettivizzante: l’interpretazione dei romantici implicante l’ascolto “passivo” in quanto abbandonato ad una realtà oggettiva – quella del racconto visionario del compositore – reso in chiave di massima affabulazione dalla personalità dell’interprete – qualificato pertanto al modo di un neoplatonico demiurgo rivelatore dell’opera d’arte. Insomma l’Interpretazione creativa dei romantici (Musicaliske Interpretation), che sostituisce gradatamente, su un piano di concezione epocale di pensiero, l’oggettivizzante Prassi esecutiva attorialmente esplicata (Auffurungpraxis) di matrice rinascimental-barocca (la retorica Actio).

____________________________________________________________________________-

Si ricorda che l’intero corso risulta supportato dall’eventuale discussione tematica da svolgersi sul presente Post e nella forma del commento al Post stesso – se avviata e/o richiesta almeno da un singolo interessato, ma sempre dal docente rivolta all’interesse generale. Ciò sarà utilissimo anche alla necessaria autoverifica della bontà degli apprendimenti da parte di ciascun studente. Pertanto, finalizzato alla valutazione conclusiva del corso, ecco il Programma nella schematizzazione degli argomenti/contenuti trattati; pragmaticamente fondato sugli indicatori stilistici e critico-estetici, resi operativi in maniera integrata per la più approfondita analisi dell’opera. Questo stesso si renderà utile anche come guida per l’esame finale del corso, assieme all’utilizzo estemporaneo della partitura sinfonico-vocale, dello spartito di trascrizione pianistica (rev. Pozzoli) e degli ascolti:

beethoven-e-la-poetica-della-gioia-pogramma-di-studio1

LA SINFONIA “CORALE” E LA POETICA DELLA GIOIA

DALLA LETTURA ALL’ANALISI DELLO STILE: FORMA CICLICA O UNITÀ POETICO-ESPRESSIVA?

UNITÀ MOTIVICO-TEMATICA:

  • LE QUATTRO INTRODUZIONI
  • UNITÀ TONALE: L’IMPOSTO DI RE m/M e IL Sib
  • UNITÀ RITMICA: L’IMPIANTO GENERATIVO DEL TEMATISMO
  • UNITÀ TIMBRICO-DINAMICA: IL SOUND CLASSICO
  • UNITÀ FORMALE: L’INTEGRAZIONE DEI GENERI CLASSICI

DALLA LETTURA ALL’ANALISI DELLO STILE

STILE MELODICO:

  • LIVELLO MOTIVICO-GENERATIVO
  • LIVELLO FRASEOLOGICO
  • LIVELLO TEMATICO
  • TEMATISMO MOTIVICO-FRASEOLOGICO

STILE TONALE:

  • CADENZALITÀ ALLARGATA
  • ALLARGAMENTO PLAGALE
  • PREGNANZA TONALE
  • RELAZIONI DI TERZA
  • UNITÀ TONALE DELL’OPERA

STILE TIMBRICO-SONORIALE:

  • L’ORCHESTRAZIONE CLASSICA
  • LE INNOVAZIONI BEETHOVENIANE
  • IL SILENZIO; TRA PREGNANZA E COLORE

STILE RETORICO-FORMALE:

  • DAL SONATISMO-MENU AL SONATISMO-ROMANZO
  • DALLA RETORICA DISCORSIVA ALLA RETORICA VISIONARIA
  • LA FASE TESTAMENTARIA DEL PENSIERO MUSICALE BEETHOVENIANO
  • LA POETICA DELLA GIOIA

INTERPRETAZIONE CRITICO-ESTETICA DELL’OP. 125

  • L’ARMONIA, SCULTURA DEL MELOS
  • CLASSICIZZAZIONE DEI GENERI
  • INTEGRAZIONE CREATIVA DEI GENERI
  • L’INTERPRETAZIONE CRITICO-ESTETICA – LA POETICA DEL TERZO STILE
Questa voce è stata pubblicata in E-learning, etica e cultura, Musica e cultura, Poesia della vita. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.