“Armonia” lez. II-1 – L’equilibrio statico-dinamico dell’accordo. I rivolti

di Mario Musumeci

Di seguito la presentazione in PDF della sesta lezione, prima del secondo modulo.

A II-1 slide

Scaricarla e studiarla sulla base e nei limiti delle consegne di lezione; dunque con stretto riferimento al capitolo ottavo sui rivolti della triade del trattato del Prof. de Natale – L’armonia classica e le sue funzioni compositive.

A questo va aggiunto  lo studio delle pp. (123)-124-125 del mio trattato – Le strutture espressive del pensiero musicale – per quanto riguarda la comprensione delle altre qualità secondarie dell’armonia.

Sul piano esercitativo, in particolare, si passerà adesso stabilmente al laboratorio di scrittura compositiva, tutto dedicato alla composizione armonica di base del basso continuo. Con riferimento alla prima tranche di esercizi svolgibili secondo la tecnica e la prassi artistica del settecentesco basso continuo – al momento con la facilitante convenzione del canto raddoppiato – per come disposto nel mio eserciziario Composizione di base e lettura analitica.

Ma anche inaugurando la composizione melodica a trama continua tipicamente barocca – ossia a fondante elaborazione motivico-tematica e non a fraseologia periodica classica – su basso numerato dato d’Autore. Ciò sia con riferimento alla folta presenza di studenti monodisti (fiati) e alle relative specificità didattiche, sia tenendo ben conto del maturato alto magistero di Maestri dell’armonia e del contrappunto in stile storicizzato (e non in decrepite formulette scolastiche, come purtroppo ancora in uso) quali Diether De La Motte; Maestri che appunto insegnavano assieme composizione melodica e contrappunto interno alla singola melodia (polifonia latente o “nascosta”). Facendo così comprendere le dinamiche espressive più specifiche di quel linguaggio, che è alla base del nostro, tanto classico e romantico che contemporaneo e perfino popolare.

Infine ripeto quanto più volte ho spiegato in classe, per la funzionalità delle nostre comunicazioni e dunque per essere voi stessi meglio sorretti dal mio lavoro di E-Learning.

  1. Ho già più volte insistito sull’opportunità di lavorare in videoscrittura sul programma professionale Finale (versione 2006 su Windows XP o su Mac) e vi ho pure suggerito sul come fare, fornendo ogni utilità al proposito o via e-mail o a coloro che me l’hanno richiesto in aula, forniti di pendrive.
  2. Sono da indirizzare come commenti al sito tutti i tipi di comunicazione con me o anche tra voi stessi se di comune interesse didattico; solo per reali problemi di privacy ricorrete alla e-mail. E alla chat collettiva solo per motivi di comune interesse, per motivi individuali direttamente al mio numero.

____________________________________

Aggiornati costantemente i quadri-orario, ai quali ancora espressamente si rimanda:

Monte-orario e quadri-orario A. A. 2018-2019 e presentazione del settore disciplinare Teoria dell’armonia e analisi

____________________________________

Lezioni precedenti:

“Armonia” lez. I-1 – Lo Spazio-Tempo musicale e la Melo-Armonia

“Armonia” lez. I-2 – Modello triadico e studio tradizionale dell’Armonia

“Armonia” lez. I-3 – La (Melo-)Armonia analitica e la sua prospettiva storico-evolutiva

“Armonia” lez. I-4 – Dalla morfologia e sintassi accordale alle proprietà testurali dell’armonia

“Armonia” lez. I-5 – Melodia e Armonia, interdipendenza e specificità

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in E-learning. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.