“Armonia” lez. I-1 – Lo Spazio-Tempo musicale e la Melo-Armonia

di Mario Musumeci

Di seguito la presentazione in PDF della prima lezione. Questa verrà ulteriormente chiarita e pure approfondita praticamente nella prossima lezione laboratoriale.

A I-1 slide

[N.B. con riferimento ai codici abbreviativi di ciascuna lezione:

  • A sta per Armonia, in breve il nome della I annualità di Teorie e tecniche dell’armonia
  • I sta per 1° modulo (quattro moduli per cinque lezioni ciascuna = 20 lezioni)
  • 1 sta per prima lezione]

Scaricarla (non stamparla, sarebbe uno spreco di carta!) e studiarla sulla base e nei limiti delle consegne di lezione. Con stretto riferimento ai testi adottati e lì indicati (un manuale di armonia analitica solo per il I anno e un trattato di teoria generale della musica che useremo invece lungo tutto il triennio). Del trattato:

  1. pp. 7-8, solo una lettura orientativa;
  2. pp. 9-12, lo studio vero e proprio con i riferimenti ampiamente svolti in lezione, ma sempre tenendo conto che si tratta di una prima generale introduzione al nostro lavoro .

Le slide che non abbiamo trattato non vanno al momento considerate. Le immagini mancanti le trovate nel mio trattato di quest’anno di cui utilizzeremo tecnicamente solo la seconda parte, Le strutture espressive del pensiero musicale.

Ho anche caldamente consigliato una prima lettura del primo capitolo dell’altro testo (purtroppo disponibile solo  in fotocopie) – de Natale, L’armonia classica e le sue funzioni compositive. Perché nella prossima lezione sappiate meglio orientarvi.

Trattandosi la prima di una lezione introduttiva, bisognerà comprendere che al momento lo scopo principale è adattarsi ad un modo di lavorare. Un modo di comunicare che alterna esempi musicali a concettualizzazioni sugli stessi a spiccata qualità argomentativa e riflessiva. Un “armamentario” di lezioni dove diventano tutt’uno la musica cantata e suonata e letta e improvvisata in classe. Da me o da voi assieme a me, o da appositi ascolti; assieme alla mia e vostra coerente gestualità corporea e manuale. E soprattutto assieme alle parole in vario modo chiarificatrici di quest’attivismo.

Bisognerà insomma, anche poco a poco se non si è abituati, praticare una disposizione al parlare e trattare di musica tramite la musica stessa e in maniera più adeguata e convincente possibile. Leggete al proposito alla p. 4 la mia dedica ad un grande uomo che mi è stato, tra gli altri anche grande Maestro di vita: Jacques Chailley, un grande caposcuola: musicista, performer e compositore, e musicologo e didatta assieme.

Lo scopo è uno solo: il potenziamento delle facoltà mentali più tipicamente musicali, tanto intellettive (intra-disciplinari) che intellettuali (inter-disciplinari).

Più in breve: il potenziamento della vostra musicalità, ossia dell’intelligenza musicale di ciascuno di voi. Mi aspetto pertanto una vostra adesione sempre entusiasta e non offesa da comportamenti che non siano di carattere innanzitutto partecipativo.

Già le diverse domande poste nelle ultime slide hanno proprio lo scopo di stimolare la vostra attività di pensiero critico e riflessivo. Vediamo come ve la cavate con le vostre intelligenti (e vorrei sperare non superficiali) risposte.

Vi ricordo infine che per la valida ed utile partecipazione ai laboratori è necessario fornirsi dei materiali richiesti, innanzitutto l’eserciziario. Quindi nessuno venga sfornito: sarei costretto a non ammetterlo alla lezione. Ciascuno di voi godrà del mio massimo rispetto solo se da subito lo corrisponderà in maniera corrispondente e adeguata.

Benvenuti e buon lavoro a tutti voi!

Il Prof

*****

Per l’orario e i programmi consultare:

https://musicaemusicologia.wordpress.com/2018/10/31/anno-accademico-2018-2019-monte-orario-quadri-orario-e-presentazione-del-settore-disciplinare-cotp-01-prof-mario-musumeci/

Qui di seguito il file PDF di un vario repertorio di musiche per l’analisi. Vi consiglio di stamparlo per intero rilegandolo per comodità d’uso. Potete anche rivolgervi, se credete, al copy center per un buon lavoro al proposito. Una parte dei brani sono contenuti nel trattato di I anno, ma lì vi si possono prendere appunti analitici, più difficile suonarli:

Repertorio d’analisi- Teoria e analisi I

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in E-learning. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.