Analisi dello stile – IV lezione (2018) – Madrigalismo, Musica Ancilla Poesiae e Musica Reservata (400-500)

di Mario Musumeci

Ecco in PDF la presentazione unitaria della quarta lezione:

AS II-4

La sua consistenza – come per le precedenti – è motivata, oltre che dalla implicata doppia lezione, anche:

  1. dall’esigenza di approntare una discreta serie di materiali utili per l’analisi e lo studio personale di ciascun discente, tenendo anche conto dell’esiguità del monte-orario di lezioni, etc. etc.;
  2. dell’opportunità di offrire, quale docente di punta del proprio settore disciplinare (decano in Italia della docenza teorico-analitica), anche alcuni materiali utili a scopi sia didattici che autodidattici; tenendo conto della attuale qualificazione parzialmente abilitante del titolo di specializzazione ai fini di insegnamenti liceali quali Teoria, analisi e composizione.

Di seguito, come supporto preliminare per l’analisi  del madrigale Ecco mormorar l’ondedi Claudio Monteverdi, rendo disponibile un saggio, pubblicato negli oramai lontani anni sessanta dal M° Tito Gotti; il cui comune legame con l’indimenticabile M° Adone Zecchi fu a suo tempo, per chi scrive, fonte preziosa d’ispirazione. Un saggio certo superato sul piano teorico-generale di un’appropriata odierna analisi stilistica; ma – scritto in una fase storica ancora agli albori  degli studi teorico-analitici nel nostro Paese – sembra allo scrivente tutt’ora utilmente considerabile sotto il profilo dell’analisi estetica e comunque piacevole e proficuo in lettura propedeutica al lavoro analitico qui proposto, su ben altri piani sistematici di approfondimento.

Lo studio stilisticamente comparato con gli altri brani proposti di Josquin DesPrez, Palestrina, Marenzio, Banchieri e sempre lo stesso Monteverdi, danno conto, nell’estrema sintesi proposta, di un’epocale evoluzione stilistica: che dalla tre-quattrocentesca Musica ancilla poesiae (Josquin) trasmigra nella musicalmente più evoluta Musica reservata rinascimentale (Marenzio, Banchieri); fino a prospettare di questa la graduale trasformazione nella Musica reservata barocca, meglio definibile secondo gli oramai ben storicizzati concetti della Teoria degli affetti (Banchieri, Monteverdi).

analisi di Ecco mormorar l’onde

Questa voce è stata pubblicata in E-learning. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.