Anno Accademico 2017-2018 – Monte-orario, Quadri-orario e Presentazione del settore disciplinare COTP/01 – Prof. Mario Musumeci

________________________________

Monte-orario e Quadri-orario

Di seguito il Monte-orario 2017-2018 del docente:

Monte orario 2017-2018 – prof. Mario Musumeci

Monte orario e Biennio 2017-2018 – prof. Mario Musumeci

Monte orario di biennio modificato al 15 novembre, previa richiesta e conseguente accordo con studenti lavoratori e pendolari (insegnanti)

e i quadri-orario di tutti gli insegnamenti di triennio accademico e delle già a suo tempo equiparate discipline sperimentali v.o. (Teoria e analisi musicale I e II) – oramai ad esaurimento quasi compiuto (e dall’oramai lontano avvio istituzionale del Triennio confluite in costante aggiornamento nelle discipline di triennio) – con i nominativi degli studenti e la loro esatta collocazione oraria nelle lezioni frontali e nei laboratori:

Quadri-orario Prof. Mario Musumeci 2017-2018

Quadri aggiornati al 16 novembre 2017

(gli studenti non frequentanti di fatto o hanno già comunicato al docente la loro attuale impossibilità a partecipare alle lezioni oppure, a distanza di due settimane dall’inizio dell’A.A. precedute dalle serrate attività di programmazione del docente di altre due settimane (un mese in tutto!), hanno già perso 6 ore di lezione; di fatto pregiudicando gravemente la loro fruttuosa partecipazione alle attività didattiche e, per altri versi riguardanti l’organizzazione dei laboratori individuali, disturbandone l’andamento)

A tergo dell’allegato in PDF sono pure indicate tutte le informazioni utili agli studenti e i recapiti per contattare il docente.

_______________________________________________

Presentazione del docente e del settore disciplinare

Ecco una Presentazione del settore disciplinare e appresso dei Programmi in vigore delle discipline del triennio accademico (cui sono equiparati i corsi di Teoria e analisi musicale di vecchio ordinamento) e del biennio specialistico.

Il Prof. Mario Musumeci è in Italia divenuto da tempo, dopo quasi un trentennio di tirocinio prima sperimentale e poi istituzionalizzato con la riforma, il decano (docente più anziano in servizio) dei tanti docenti pionieri delle discipline teorico-analitico-compositive. Difatti tale attività è stata da lui stesso avviata per primo nel Conservatorio A. Corelli di Messina nel lontano A.A. 1988-1989, subito appresso a quella analogamente avviata nel Conservatorio G. Verdi di  Milano dal Prof. M.° Marco de Natale, riconosciuto padre nobile e caposcuola dell’analisi musicale in Italia

Marco de Natale

nonché, a suo (oramai lontano e trascorso) tempo, mentore tanto di questo suo volenteroso collega nonchè allievo siciliano (allievo più per studi ed aggiornamenti autodidattici che per frequentazione personale) quanto della sua personale attività di profondo rinnovamento dei curricoli di studio e della connessa attività di ricerca scientifica e metodologica-didattica. Dopo l’avvio della sperimentazione messinese alla fine degli anni ’80 i corsi di Teoria e analisi musicale si sono sparsi a macchia d’olio nei conservatori più importanti del Paese, coinvolgendo le migliori energie innovative della didattica musicale specialistica e sono stati successivamente stabilizzati nel trapasso delle competenze del vecchio Ispettorato dell’Istruzione Artistica alla Direzione generale Afam e utilizzati infine come base fondativa dei nuovi curricoli riformistici all’interno dei trienni di diploma accademico e dei bienni di diploma accademico specialistico. Tutto questo è ben messo in evidenza nella produzione scientifica analitico-musicale e assieme musicologico-teorica del docente, sicuramente atipica tanto sul piano qualitativo che quantitativo.

https://musicaemusicologia.files.wordpress.com/2010/09/curriculum-europeo-analitico-aggiornato-al-20161.pdf

Di questo fa anche fede l’ininterrotta attività metodologico-didattica, saggistica e conferenziera-convegnistica preparatoria della riforma (1999). Di cui si presenta nell’articolo appresso un ormai lontano editoriale a consuntivo, ottimisticamente critico ma ancor valido per l’attuale situazione istituzionale ancora in evoluzione. (nota 1)

Analisi musicale. Didattica dell’Analisi. Analisi e sperimentazione didattica.

Nota bene:

  1. un editoriale è normalmente riservato al direttore di una rivista specialistica;
  2. la rivista in questione ha avuto a suo tempo accrediti di primaria importanza in istituti universitari italiani e anche all’estero;
  3. nell’associazione professionale – la Società Italiana di Analisi Musicale -, di cui la rivista era organo ufficiale, Mario Musumeci ha rivestito per oltre due mandati e fino alla cessazione della stessa la veste (elettiva) di Proboviro, in collegi composti da note personalità nel panorama nazionale musicale (tra cui i compositori Azio Corghi e Luigi Verdi, i musicologi Piero Santi e Marcello Sorce Keller …)

Pure è possibile visionare nell’apposita rubrica l’elenco via via aggiornato degli indici delle proprie tesi di laurea (in attesa della pubblicazione di estratti delle stesse, già pubblicati in forma di saggi in apposite miscellanee): tutte, a vario titolo, di ricerca sperimentale e sempre prodotte in strettissima sinergia collaborativa tra il docente relatore e i propri allievi laureandi:

Tesi di laurea

Tale sperimentazione, negli anni novanta allargatasi a macchia d’olio, variamente coinvolgendo diverse istituzioni della penisola, ha gradualmente attuato una profonda trasformazione tanto nei contenuti e nell’impianto metodologico quanto nella complessiva mentalità degli addetti ai lavori coinvolti; contribuendo alla stessa rifondazione dei relativi statuti disciplinari e delle conseguenti specifiche delle competenze didattiche contemplate dalle declaratorie del settore disciplinare COTP/1.

Il corso sperimentale di Teoria e analisi musicale come principale motore delle innovazioni contenutistiche della Riforma dell’Afam

Tale sperimentazione ha insomma profondamente inciso negli statuti disciplinari della riforma, gradualmente trasformando la disciplina originaria sperimentale in un sempre più articolato, complesso ma ben integrabile settore disciplinare.

Declaratorie, queste sconosciute!

A Messina tale attività, originariamente di svecchiamento ed oggi di costante innovazione, è ininterrottamente condotta con impegno e dedizione e correlata attività scientifica di ricerca, dalla fine degli anni ottanta ai giorni nostri. Il Prof. Mario Musumeci è pertanto titolare fin dalla loro fondazione dei corsi triennali seguenti, assieme al Prof. Sergio Pallante (che l’ha generosamente coadiuvato fin dal suo trasferimento nel Conservatorio messinese); analoghi a quelli – già a suo tempo sperimentali – del vecchio corso di diploma tradizionale, ancor oggi attuato con gli stessi programmi, ma oramai ad esaurimento. Questo, e solo questo, spiega la compiutezza dei programmi in questione, rielaborati e in costante aggiornamento. Che del resto sono idealmente propedeutici ai corrispondenti e seguenti programmi di biennio accademico e ai quali risultano intrinseci e idealmente propedeutici i programmi ministeriali del vigente liceo musicale:

https://musicaemusicologia.wordpress.com/2010/12/25/impianto-generale-e-programmi-di-studio-del-liceo-musicale/

nonchè, molto più sommariamente, del corrispondente corso di base (vedi a conclusione).

Un sistema ampiamente verticalizzato e rigorosamente articolato tra formazione pre-specialistica di orientamento e specialistica di livello accademico-universitario; in quanto riferibile a questo “giovane” ma centrale settore di studi musicali. Un sistema che, comunque lo si cataloghi, guarda più d’ogni altro al futuro delle nuove generazioni di musicisti professionisti, tanto colti quanto musicalmente dotati.

_______________________________________________

Presentazione di ciascuna disciplina

(programmi istituzionali e programmazione individuale lezione per lezione)

PROGRAMMI ISTITUZIONALI – ESAMI DI TRIENNIO

(ed equiparati corsi v.o. di Teoria e analisi musicale)

I annualità

Teorie e tecniche dell’armonia

Programma disciplina Triennio – Teorie e tecniche dell’armonia

II annualità

Fondamenti di composizione

Programma disciplina Triennio – Fondamenti di composizione

III annualità

Analisi dei repertori

Programma disciplina Triennio – Analisi dei repertori

PROGRAMMAZIONE INTERNA DISCIPLINE TRIENNIO

(riferita specificamente corsi tenuti dal Prof. Mario Musumeci)

A questa enunciazione fa seguito la più recente programmazione (dall’A. A. 2012-13) – compiutamente articolata, lezione per lezione – dei contenuti delle lezioni, stabilita in coerente gradualità per ciascuna delle tre discipline (insomma: il programma interno del docente); programmazione già pubblicata su questo sito e peraltro rigorosamente rispettata lezione per lezione, anche in compiute illustrazione e documentazione (slides e materiali vari di supporto), nel rendiconto completato – a compimento dell’ultimo appello d’esame, avvenuto proprio il 02/07/2013 – che se ne fa sul sito dell’E-learning dell’A.A. 2012-2013:

https://musicaemusicologia.wordpress.com/archivio-e-learning/

I annualità

Teorie e tecniche dell’armonia

teorie-e-tecniche-dellarmonia-programma-delle-lezioni-2012-2013

II annualità

Fondamenti di composizione

 fondamenti-di-composizione-programma-delle-lezioni-2012-2013

III annualità

Analisi dei repertori

analisi-del-repertorio-programma-delle-lezioni-2012-2013

 ***

Di seguito i programmi di biennio specialistico delle discipline del Prof. Musumeci:

PROGRAMMI ESAMI DI BIENNIO SPECIALISTICO

(corsi tenuti dal Prof. Mario Musumeci)

Teoria dello stile/Analisi delle forme compositive I

Programma Biennio Analisi delle forme compositive I (Teoria dello stile)

Analisi dello stile/Analisi delle forme compositive II

Programma Biennio Analisi delle forme compositive II (Analisi dello stile)

Metodologia dell’analisi e fenomenologia dell’interpretazione I

Programma Biennio Metodologia dell’analisi e fenomenologia dell’interpretazione I (Metodologia dell’analisi)

Metodologia dell’analisi e fenomenologia dell’interpretazione II

Programma Biennio Metodologia dell’analisi e fenomenologia dell’interpretazione II (Fenomenologia dell’interpretazione)

 ***

PROGRAMMA CORSO DI BASE

Infine ecco per completezza ecco anche il programma del corso di base – anch’esso dallo scrivente, nella veste di Coordinatore del proprio settore disciplinare, compilato in sede dipartimentale

Programma PREACCADEMICO ARMONIA E ANALISI

e già pubblicato a suo tempo sul sito istituzionale dell’ISSM messinese “Conservatorio A. Corelli”.

*************

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in E-learning. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...