“Analisi” lez. straordinaria (aprile 2017) – La Sonata per flauto di Bohuslav Martinu

UNA TOCCANTE STORIA D’AMORE TRA UN ARTISTA E … UN GROSSO “PASSERO”

La musica esprime sempre un mondo intimo che il compositore comunica ad un grado di compiutezza tale da non poterlo definire, nell’insieme ma anche nei suoi particolari, che per metafore più o meno significative e adattative tra le qualità sonore consce e inconsce di quanto da lui prodotto e le sue intenzionalità profonde di artista e di essere umano; più o meno rivelate o riscoperte per capacità ermeneutiche di adattamento alla sua opera – che normalmente solo chi ha mentalità sia compositiva che performativa riesce ad assolvere al meglio.n tal senso mi aveva colpito l’aneddoto connesso alla creazione di quest’opera e ne ho ritrovato le immagini sonore nel vitalismo tematico che la percorre durante i tre movimenti: i temi sempre cangianti della “seconda tematizzazione” (intendo per tematizzazione una tematica instabile ma ben delineata nei suoi contorni motivici) del primo movimento culminano nel terzo movimento al modo di una “sofferta vittoria” di una gestualità “svolazzante” inizialmente impedita, eppure sorretta da altre gestualità sonore più umane e carezzevoli lungo l’intero corso dell’opera …

Ma qui entriamo nella dimensione più immediata dell’impianto melodico e contrappuntistico e delle sue valenze retoriche e insomma significanti e ci vuole lo strumento musicale e il canto per meglio spiegare.

Generalità (da cui ricavare gli aspetti particolari e gli approfondimenti)

L’ispirazione trarrebbe spunto dall’esperienza del compositore che curava e allattava a Cape Cod (Massachusetts – USA) un uccello ferito, al cui caratteristico verso si richiamerebbe la musica, molto simile al cuculo o ad un piccolo falco e volgarmente detto “succiacapre” (Whip-poor-will o Succiacapre vocifero; genere: Antrostomus vociferus, ordine: Caprimulgus vociferus) per l’erronea antichissima credenza che si nutrisse del latte caprino per la sua vicinanza ai prati erbosi, ricettacolo dei grandi insetti di suo nutrimento.

Insomma: il racconto di una storia, che … dalla natura promana e alla natura rientra”:

Martinu1

Ai due movimenti estremi marcatamente ritmici si contrappone il movimento centrale, l’Adagio di carattere più lirico e malinconico.

Una delicata elegia:

Martinu2

Caratteristico è l’incessante canto crepuscolare e notturno emesso dal maschio in difesa del suo territorio: un gracchiare continuo simile a quello di un rospo o al rumore di una ventola che girando è ostacolata da un rametto, con continui saliscendi di intensità nel tono ed intervallati ogni tanto da un tiiiiuuu tek tek tek come finale di strofa. La seconda tematica del primo movimento, che ne elabora il motivo generatore di terza aperta in un volteggio tendenzialmente ascendente è, proprio in tal senso, proiettata in stabilizzata affermazione verso il terzo movimento.

“La gioia della riconquista dello spazio vitale”:

Martinu3

Evidente, accanto alla tradizione post-debussysta, l’influsso strawinskiano nelle strutturazioni anametriche del melos, ma con lo scopo della sua massima esaltazione nella crescita in vivacizzazione ritmica o al contrario della dissolvenza figurativa o della transizione repentina ad altra figurazione. E già a partire stessa proposizione dei temi melodicamente più stabilizzati …

L’elaborazione motivica a fitta trama continua dell’ordito ritmico ne costituisce il tratto stilistico più originale, che apre il melos in volute crescenti di fraseologia anaperiodica o solo allusivamente periodica, dunque ad elaborazioni episodiche non necessariamente consequenziali nell’immediato, ma appresso meglio chiarite.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in E-learning. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...