“Armonia” lez. III-1 (2017) – Dissonanza tra sintassi e risalto fisionomico. Le settime

di Mario Musumeci

Di seguito la presentazione in PDF della prima lezione del III modulo, dodicesima del corso:

armonia-lez-iii-1-2017-dissonanza-tra-sintassi-e-risalto-fisionomico-le-settime

Il testo di riferimento rimane il de Natale, L’armonia classica e le sue funzioni compositive, cap. 10; approfondito – ma, in parte, anche semplificato – alle pp. 87-90 del mio testo, Le strutture espressive del pensiero musicale. E dunque vanno approfondite le generali nozioni orientative, trattate durante la lezione e riassunte nella presentazione con un primo livello di esercitazione per adesso puramente descrittiva. Così come impiantato in classe sul brano di Edward Grieg – alle pp. 89-90 del mio testo analiticamente trattato.

Anche quest’argomento verrà fin d’ora utilizzato sistematicamente nella pratica esercitativa di laboratorio, fin dalle prossime lezioni. Così dalla prossima lezione di lunedì estenderemo il lavoro di sintassi degli accordi maggiori e minori (triadi) e delle settime (quadriadi o tetradi, nella tradizione del linguaggio accademico e scolastico ) ai processi di modulazione, quanto meno ai toni vicini, secondo i principi tecnici ed espressivi di rilievo storico-epocale introdotti in sede di lezione: cioè impostando compiute planimetrie modulanti all’interno di un principale tono d’imposto e connettendolo a compiute (brevi) forme musicali, con il vario uso di tratti melodici. E, per quanto possibile, relazionandoci sempre ad esempi tratti dalle varie epoche della letteratura musicale.

Di seguito riallego una mia vecchia dispensa, utile per il nutrito repertorio di brani musicali su cui esercitarsi.

Analisi I – 2008 (Dispensa)

In coda alle slide, infine, trovate pure un modello di analisi scritta di un brano del vostro eserciziario, da armonizzare nel continuo. Studiatelo e prendetelo come modello di lavoro sintetico per la prova d’esame corrispondente, applicandolo anche ad altri brani da voi studiati e armonizzati per le lezioni di laboratorio.

Questa voce è stata pubblicata in E-learning. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.