“Armonia” lez. II-3 (2017) – Ipermetro e sintassi armonica

di Mario Musumeci

Non appena mi sarà possibile recupererò la settima lezione, seconda del II modulo sulla cifratura della sintassi accordale.

Di seguito la presentazione in PDF dell’ottava lezione.

armonia-lez-ii-3-2017-ipermetro-e-sintassi-armonica

In essa ho affrontato in particolar modo la questione preliminare dello stile melodico, cercando di rendere sempre più pregnanti le qualificazione di stile motivico-tematico e di stile fraseologico-tematico; il primo connesso al processo compositivo della composizione a trama continua (Fortspinnung) tipico soprattutto dell’epoca barocca (1600-1750), con particolare riferimento alla sua fase più matura (1700-1750) e al modello compositivo che, sovrastandolo, lo riassume: Johann Sebastiana Bach; il secondo connesso al processo compositivo della composizione in quadratura periodica (ritmico-fraseologica) e del correlato allineamento tematico sonatistico (Entwiklung), affermatosi in epoca classico-illuminista – a partire dai grandi modelli della triade di compositori della cd. scuola viennese: Haydn, Mozart, Beethoven – e romantica (1750-18o0 e 1800-1900) e via via sempre più approfondito ed utilizzato fino ai giorni nostri. Tanto da qualificare la stessa odierna cultura-ambiente, ossia l’apprendimento spontaneo che avviene a contatto con il territorio di appartenenza e dunque l’ambiente acustico e musicale che lo caratterizza.

I brani musicali in lettura-analisi offerti in studio, Bach e Paisiello ma anche Tromboncino, sono stati resi funzionali proprio a risaltare le notevoli diversità di linguaggio di tali modelli epocali, che dalla strutturazione melodica si estendono fino alla strutturazione formale dell’intera composizione. Nonché alla notevole mole di problemi che dalla corretta lettura (sul tactus/metrica delle durate per Tromboncino, sui piedi ritmici e sul soggetto (che li aggrega assieme)/metrica delle figure per Bach, sull’impianto ritmico-fraseologico in quadratura nel tema e nelle sue successive elaborazioni per Paisiello) e decodifica appropriata dei significati del testo musicale scritto si estendono fino alla lettura colta, ossia all’analisi e all’ermeneutica del testo musicale svolte al massimo possibile della profondità conoscitiva. Che, qui si reputa, non dovrebbe mai mancare al musicista professionista, soprattutto in quanto conoscitore della diversità dei repertori musicali.

*****

Con questa lezione, dopo aver completato e messo in applicazione laboratoriale costante l’argomento dei rivolti delle triadi, si avvia il vero e proprio 2° ciclo di lezioni, impiantato sulla composizione accordale a sostegno di melodie variamente composte: sul basso continuo, su melodia data, su melodia di invenzione personale, diinvenzione mista (su tracce melo-armoniche date). Ma soprattutto anche individuando tali strutture armoniche e melodiche, assecondando diverse concezioni compositive, in brani di varia epoca ed anche in brani del repertorio modernistico e contemporaneo.

Dunque i primi due moduli prevedono, nel complessivo e continuativo studio dell’argomento, l’acquisizione delle seguenti abilità:

  1. Analisi = capacità riflessive ed argomentative, anche applicate sul repertorio —>  Saper sviluppare un’analisi armonica accordale (grammaticale ed elencativa) di brani di facile o media difficoltà. Ma anche un’analisi armonica sintattica, limitatamente all’individuazione di semplici giri armonico-accordali: composti con i detti accordi consonanti (giri armonici del tipo: T-SD-D-T; T-Tp-SD-Sp-D-Tp+SD-D-T etc.). Precisando le note estranee all’armonia (n.p., n.v., app.,  rit., ant., sfugg.) e di rilievo prettamente melodico. E assieme a queste individuando profili melodici semplici (orientamenti direzionali, equilibri compensati, arcate melodiche, progressioni/climax e anticlimax, moti assiali o cicloidi) ecomplessi (combinazioni dei precedenti per lo più all’interno di arcate melodiche elaborate), tipologie melodiche (linearità piana, polifonia latente, linearità complessa, sintesi testurale di superficie armonica e linea melodica …) e stili melodici (motivico-testuale rinascimentale, motivico-tematico barocco, fraseologico-tematico classico e romantico, materico-oggettuale modernista …). Ai fini della prima prova d’esame provate a cimentarvi nella realizzazione della legenda analitica dell’analisi melo-armonica di un basso continuo studiato in classe.

    FARE LA LEGENDA

  2. Composizione = capacità tecnico-elaborative personalizzate e finalizzate alla migliore comprensione del repertorio musicale più vasto possibile —> Saper comporre melodie e, assieme, semplici sintassi accordali (o giri armonici), impiegando variamente gli accordi consonanti di uno stesso tono, tutti in stato fondamentale. Sia con lo scopo di impiantarvi sopra una melodia di invenzione, sia per accompagnare una melodia data; oppure in parte data e in parte sviluppata in coerenza; oppure procedendo con tecniche miste di queste due appena elencate … Il lavoro compositivo per adesso è riferito soprattutto alle realizzazioni di basso continuo in stati fondamentali e di primo rivolto, assegnati tanto nel I modulo (chi è rimasto indietro al proposito e continua a fare lo “gnorri” rischia seriamente di rimaner tagliato fuori dall’esame!) quanto nella prima lezione del II modulo. Ma anche la composizione melodica va curata nei limiti di quanto fin’ora assegnato.

Ovviamente queste abilità, per essere bene messe a frutto, dovranno essere costantemente esercitate lungo l’intero corso di studi, tanto di quest’anno come del prossimo. Non sottovalutando, anzi insistendo sempre sulle pratiche estemporanee di improvvisazione, sempre illustrate in corso di lezione nella più ricca casistica possibile. Associandole in coerenza alle prassi performative del repertorio, almeno limitatamente alle conoscenze fin’ora acquisite.

*****

Il vostro insegnante rimane sempre a vostra disposizione per qualsivoglia verifica individuale. In particolar modo sfruttando appieno anche  le tecnologie messe a disposizione dell’insegnamento a distanza (invio elaborati via mail, invio commenti e richieste varie via sito etc.). Non vi resta che approfittarne.

E, proprio in tal senso, metto in gioco qui – come già fatto con altri, ma nelle lezioni in classe – la creatività di una vostra brava collega, Chiara. Che bene mi ha corrisposto in una delle mie proposte compositive:

Sulle 5 triadi in tutti i collegamenti

Sull’elaborazione da lei svolta ho fatto pochi interventi, che illustrerò e motiverò in sede di lezione. Però le ho attribuito un lavoro aggiuntivo, quello della costruzione delle figurazioni accompagnamentali su un tema da me abbastanza compiutamente elaborato. Ma non del tutto. E pertanto nel bene rifinirlo si potrebbe arrivare a capire l’arte elaborativa della figurazione accompagnamentale, in quanto “avvolgente” rispetto il canto di primo piano.

Melodia 3 (Sparacino) – Duetto natalizio da completare

In un secondo momento compiutamente elaborato, su miei suggerimenti e revisioni.

Duetto Natalizio (Sparacino)

Aggiungo la revisione di un lavoro di un altro bravo studente, Carmelo, da cui ho ricavato un pezzo per flauto solo: solo una melodia dunque, ma a forte presupposizione armonico-accordale:

Melodia 1 (Lamonica) – II revisione Capriccio (flauto solo)

Il tema dato erano le prime 4 battute e innanzitutto dovreste armonizzarle per la prossima lezione di laboratorio.

Pertanto un altro spunto che ciascuno di voi potrebbe utilizzare ed approfondire nelle proprie elaborazioni compositive dei temi fin’ora assegnati. A maggior ragione se siete studenti di strumento monodico.

Questa voce è stata pubblicata in E-learning. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.