“Armonia” lez. I-5 (2017) – Melodia e Armonia, composizione e analisi

di Mario Musumeci

Di seguito la presentazione in PDF della quinta lezione.

armonia-lez-i-5-2017-melodia-e-armonia-composizione-e-analisi

La prossima settimana seguirà la pubblicazione sul sito della Lezione (itinerante) di chiusura del I Modulo di studio, che unificherà tutti gli argomenti svolti nel modulo e che sarà soprattutto rivolta – come più volte preannunciato – alla pratica in e-learning dell’esercizio analitico e compositivo-analitico, svolto sulla base del lavoro mensile di ciascuno degli studenti; ivi incluse le procedure di verifica e autoverifica e di valutazione ed autovalutazione. La lezione quinta è stata presentata come un compiuto approfondimento integrativo di tutti gli argomenti fin’ora svolti. E contiene pure gli eserciziari da utilizzare per lo studio pratico e la relativa preparazione degli esami.

Via e-mail invierò la prossima settimana a ciascuno di voi alcuni esercizi di basso continuo da svolgere su Finale 2006. Ma è già disponibile presso il Copy Center/SGB Editore anche il mio quaderno/eserciziario “Composizione di base e lettura analitica”, completo per i primi due anni di studio. Dunque procuratevelo al più presto per non rimanere indietro.

Sul piano esercitativo, in particolare, continuare sempre – non smettendo mai fino ad averne piena padronanza – sia con le esercitazioni morfologiche sulle triadi (lezioni precedenti), seguendo rigorosamente i consigli dati nelle lezioni di laboratorio, sia con le esercitazioni analitiche sui brani in repertorio nelle slide, sia con le diverse tipologie di esercitazioni sintattiche di scrittura armonica integrata alla composizione melodica, adesso incrementando l’uso degli accordi; aggiungendo ai tre accordi fondamentali di T, SD e D le triadi di Sp sul II grado e di Tp sul VI grado: nello stile classico costituiscono il materiale triadico consonante di maggior uso, dato che sul VII grado trovate una triade dissonante (diminuita) e sul III grado l’accordo di mediante/modale a funzione tonale ambivalente tra T e D, che è molto meno usato – salvo la casistica in cui tale sua caratterizzazione è ben indirizzata e sfruttata (vedremo oltre). In tal senso eccovi assegnata una non difficile esercitazione:

Sulle 5 triadi in tutti i collegamenti

Aggiungete innanzitutto gli accordi in legame armonico, applicando dove opportuno le due regole aggiunte del II –> V in legame melodico e del V –> VI in moto contrario parziale, con la sensibile che si porta alla tonica: successione/cadenza evitata, ampiamente trattata in classe anche sul piano stilematico: ricordate le due Arie di Bononcini e A. Scarlatti? In pratica sul VI si avrà un accordo con il raddoppio della terza.

Ricordo infine a tutti, e soprattutto a coloro che si ostinano ancora nel mancare ad una attiva partecipazione alle lezioni, che il loro inadeguato impegno di studio comporterà o una non ammissione agli esami o, quanto meno, una grave incertezza nel superamento degli stessi.

Lezioni precedenti:

“Armonia” lez. I-1 (2017) – L’Armonia in definizione storica e dogmatica

“Armonia” lez. I-2 (2017) – Modello triadico e accordi consonanti

“Armonia” lez. I-3 (2017) – Sintassi accordale

“Armonia” lez. I-4 (2017) – Melodia e Armonia, interdipendenza e specificità

Questa voce è stata pubblicata in E-learning. Contrassegna il permalink.

2 risposte a “Armonia” lez. I-5 (2017) – Melodia e Armonia, composizione e analisi

  1. Luigi Mancini ha detto:

    Buonasera, le ho mandato una e-mail.
    Mancini

    • musicaemusicologia ha detto:

      Buongiorno Luigi,

      1) Il tuo file non mi risulta leggibile, vedi di portarmelo stampato altrimenti non posso capire le problematiche che mi rappresenti.
      2) Il brano è stato composto, se non ricordo male, da un tuo collega: converrà ascoltarlo assieme in lezione;
      3) Si, va completato quello che è solo iniziato; in Stravinskij vedi di … arrangiarti con quello che sai  e, se stai attento, qualcosa sicuramente esce fuori.
      4) Si tratta di un moto contrario – ad evitare i parallelismi, solo che la sensibile invece di scendere sale alla tonica. Tutto qua: un moto contrario parziale è la scrittura scolastica della cadenza evitata.
      5) Certamente.
      6) Lascia stare il Medioevo per adesso …

      A domani.
      Il Prof

      In risposta a:

      Buonasera prof,
      1) ho scaricato il programma freeware di Finale Notepad. In allegato c’è un esercizio svolto, spero che si apra. Ho provato a farlo, ho inserito le triadi però non sono riuscito a lasciare la melodia al primo posto nella chiave di violino del pianoforte, cioè la melodia si è mescolata con le triadi. Un’altra cosa: non riesco a capacitarmi il perchè ha messo alla fine dell’esempio -la nota sol del basso, prima del do- il 4 e 3. Ho provato anche a inserire il testo in tedesco, provando a capire il significato, ma sicuramente sarà sbagliato come l’ho scritto.
      2) nelle slides della V lezione, ma anche nell’altra è inserito un brano da lei composto “Se tu canti”; ho provato ad ascoltarlo suonicchiandolo ma ha un’armonia strana, ha qualcosa che mette ansia.
      3) Nella parte dell’analisi melo-armonica ci sono dei frammenti di brani: per esempio, in Cimarosa, lo schema non sembra essere completo, cioè devo collegare le lineette a qualcosa come progressione, inciso…? E l’analisi deve essere fatta sul brano completo?— in Stravinsky non c’è una vera e propria armonia, non riesco a individuare la tonica e tutto il resto… Lì cosa individuo?
      4) Nel post ha detto: “…ampiamente trattata in classe anche sul piano stilematico: ricordate le due Arie di Bononcini e A. Scarlatti? In pratica sulla VI si avrà un accordo con il raddoppio della terza.” Io non ricordo di queste arie… in pratica volevo capire l’accordo sul VI come avviene scritto.
      5) Le tabelline armoniche sono utili nella scrittura delle triadi, cioè posso prenderla come riferimento ?
      6) Il suo libro “Le strutture espressive del pensier musicale” parla anche di come leggere la musica del Medioevo: c’è uno schema dei modi ritmici? Può essere che è a pag. 107?
      Grazie

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.