A proposito delle possibilità di insegnamento della Storia della musica nei neo-istituiti licei musicali

Ricevo la seguente cortese lettera con richiesta di informazioni sulla neo-istituita classe di concorso A/055 Storia della musica:

“Buona sera Professore,

sono venuto a conoscenza del suo blog e mi scuso se mi rivolgo a Lei per chiederLe alcune informazioni, visto che non ho le idee chiare sulla situazione e necessito di qualcuno che mi spieghi in modo chiaro come stanno le cose.
Sono un laureato dams, indirizzo musicale. Laureato nel novembre scorso. Le chiedo di spiegarmi in termini il più possibile semplici che possibilità ho di andare a insegnare Storia della musica in un liceo musicale, o in un istituto musicale, o in un istituto psico pedagogico (in ogni caso, in un liceo superiore di secondo grado). Devo verificare il numero di crediti? La mia laurea è quadriennale ed equivale ad una laurea magistrale.
Posso partecipare alla prova di ammissione? Che sarà quando? E dove posso rinvenire la
bibliografia per la prova d’ammissione? Forse mi sto interessando troppo tardi? Esiste un sito che nel dettaglio si soffermi su tali questioni? Le sarò infinitamente grato se potrà rispondere.
Cordialmente
dott. Luca Mantovanelli”

*****************************************+

Come più volte espressomi, non sono in grado di affrontare individualmente tutte le richieste sia di tipo giuridico-normativo sia di tipo contenutistico-disciplinare che mi pervengono e semmai – quando posso e con spirito volontaristico – le mie risposte le pubblico sul sito per un uso collettivo, che almeno dia un senso più proficuo al mio intervento.

Sull’argomento è innanzitutto utile, a non dire “fondamentale”, consultare vari articoli pubblicati nella rubrica “Istituzioni formative”; tra cui di seguito eccone linkati i più significativi almeno per quanto adesso richiestomi dal neo-laureato lettore:

Il nuovo impianto liceale (Regolamento generale)

I licei musicali in Italia: sedi attuali

Nuove classi di concorso delle discipline d’indirizzo musicale nei licei musicali e coreutici

Impianto generale e programmi di studio del Liceo musicale

Licei musicali in Italia, attivati nel corrente anno scolastico (2011-2012)

Criteri di assegnazione per l’insegnamento di discipline musicali nei licei musicali

Costituita la rete nazionale “Qualità e Sviluppo dei licei musicali e coreutici”

Devo aggiungerle, gentile dottore, che alle sue domande difficilmente troverà delle riposte che possano essere più precise di quanto contenuto nelle precedenti informative. Nel senso che dovrà essere lei, e solo lei, a capire bene il senso di queste.

E anche a comprendere, nel modo più esaustivo possibile ai fini della realizzazione del suo destino lavorativo innanzitutto:

  1. che è talmente complessa che già scoraggia doversi esprimere con coscienza, tramite risposte definitive (si, no …), su tutte le questioni pertinenti l’avvio di una carriera d’insegnante al momento – in tempi di pesanti riduzioni di cattedre e di diffuse situazioni di soprannumero proprio nell’ambito di cui trattiamo in generale e proprio nello specifico che mi sta richiedendo. Essendo stata eliminata da un giorno all’altro la classe di concorso di Musica e canto corale negli ex-istituti magistrali ed essendo state  ridotte a discipline meramente facoltative e ipotetiche, nella stessa loro stabilità di istituzionalizzazione, tutti i relativi insegnamenti sperimentali ex Progetto Brocca o similari: il che significa che i relativi docenti – di ruolo anche da decine d’anni – al momento vengono utilizzati anche per “tappare i buchi” del neoistituito liceo musicale. E si comprenderà meglio, pertanto, sotto quali buoni auspici la nostra … (esagero?) infame classe politica si sta attivando per il futuro di questa istituzione come di tutte le altre che le gravitano attorno: dalle Scuole medie a indirizzo musicale ai Conservatori, nel frattempo trasformati con una esasperante lentezza in Istituti Superiori degli Studi Musicali  …;
  2. a maggior ragione se poi il  riferimento è ad una singola specialità neo-istituita solo per una cinquantina o poco più di sezioni di liceo musicale sparse in altrettanti istituti secondari di II grado dell’intera penisola;
  3. se la sua Laurea è innanzitutto equiparata ad una Laurea di II livello in Musicologia, così come espressamente recita la relativa tabella e
  4. se ha compreso nel piano di studi seguito “almeno 30 crediti negli ambiti della didattica della musica”;
  5. se lei stesso – dulcis (?) in fundo – vuole ancora nonostante le avversità contingenti avviare un lavoro nuovo, almeno al momento così improbabile, facendone la “passione” della sua vita …

Se riesce a dare delle risposte positive a queste domande, data la concorrenza notevole ed agguerrita con cui dovrà confrontarsi nell’immediato futuro, le consiglierei innanzitutto di diventare, oltre un laureato dams, anche uno storico della musica e assieme un didatta della storia della musica: troverà testi utili a profusione, specie se tradotti in italiano dalla ben più avanzata musicologia storica tedesca ed anglosassone. E dovrà anche imparare a sceglierne i migliori, affinando le sue capacità di traduzione nelle relative lingue. Ma senza disdegnare i nostri “classici”, perfino quando superati o considerati (e spesso a torto) “poco quotati”: dal Massimo Mila al Luigi Rognoni, dal Roman Vlad al Guido Salvetti …

Sul piano didattico potrebbe utilmente cominciare con la pregevolissima – proprio per lo scopo che lei si prefigge – Storia della musica occidentale in tre volumi di Mario Carrozzo & Cristina Cimagalli, Armando Editore. Pensando nel frattempo anche a procurarsi testi di didattica storico-musicale della brava Elita Maule.

Poi sarebbe utile anche una certa attenzione alla possibilità di specifici e proficui dottorati di ricerca o all’iscrizione in corsi di laurea specialistica di didattica musicale – se e quando saranno istituiti: al momento c’è “buio pesto” sulle relative scelte ministeriali – o ancora a master universitari di qualità nello specifico settore disciplinare.

Auguri per le sue scelte e per il suo futuro.

MM

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Istituzioni formative, Lettere al/dal sito. Contrassegna il permalink.

Una risposta a A proposito delle possibilità di insegnamento della Storia della musica nei neo-istituiti licei musicali

  1. Pingback: Competenze musicali e competenze musicologiche nel riordino delle classi di concorso delle discipline musicali | Musica & Musicologia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.