Fondamenti di composizione (Analisi II) – Lezioni VIII (=VIIbis) e IX (Beethoven, Bach e Verifica I)

by Mario Musumeci

DA LEGGERE ATTENTAMENTE FINO ALLA FINE

Per la Sinfonia di Beethoven, sempre ai fini di una sintetica relazione, come richiestomi e per sorreggere meglio il vostro lavoro, ecco a disposizione i tre esempi realizzati ma che dovrete completare nelle legende.

Compilare legende di Esempi Sinfonia

Aggiungendo altri esempi, magari limitandovi a quelli essenziali e in ordine d’importanza:

  1. la seconda idea del II gruppo tematico (= III Tema),
  2. le codette al I e al II tema,
  3. il ponte modulante in Esposizione e in Ripresa,
  4. l’espansione del I tema nello Svolgimento e nella Coda finale,
  5. la Fusione tematica nello Svolgimento.

Si tratta dei momenti elaborativi di primo piano, legati da una loro consequenzialità “organica”: prodotta cioè dall’impianto motivico-generativo, all’interno del più avvolgente flusso ritmico fraseologico del melos, governato dai principi della tecnica compositiva della quadratura.

Di seguito i materiali già esposti in precedenza, con tutti i link necessari per poter svolgere compiutamente il lavoro richiesto.

Questa lezione approfondita su Fughismo e Retorica musicale barocca svolta sull’analisi particolareggiata della Violin-Fugue di Bach è il rifacimento aggiornato della precedente lezione VII, qui ad essa del tutto integrata. Dunque il relativo materiale qui disponibile è valido anche per la precedente lezione VII. Oltre ad accomunarsi a quello in corso di predisposizione sulla prima Sinfonia op. 21 di Beethoven. Attività seminariale già impiantata a partire dalla Lezione-seminario sulla Sinfonia I op. 21 di L. v. Beethoven

L’analisi della Fuga “violinistica”, dalla I Sonata in sol minore per violino solo, rivela un capolavoro sia di architettura formale sia di padronanza dell’idioma violinistico: espresso a livelli sommi di espressione poetico-musicale e frutto di una alta e sofisticata padronanza dell’arte retorica, appalesata soprattutto nell’articolazione estremamente varia delle fasi della dispositio retorica. Lo studio propedeutico della, meno complessa, Sarabanda dalla Partita per flauto solo sotto il profilo costruttivo ed espressivo, formale e retorico, ne costituisce appunto una fase propedeutica; che non va assolutamente sottovalutata per il buon fine della comprensione del detto capolavoro violinistico.

Pertanto lo studio individuale dovrà impostarsi, tenendo conto del lavoro svolto in sede di lezione, a partire dal corrispondente questionario d’analisi, tratto dal testo “Lo studio della forma musicale“, corrispondente alle nostre dispense dette “di antologia”.

Ad ogni buon conto eccolo di seguito in file PDF.

Questionario Sarabanda Bach

Di seguito le slide della lezione  VII (valida anche per la lezione VIII):

ANALISI II – 7° Fughismo e retorica

Cui segue il corrispondente questionario, da realizzare sempre come esercitazione individuale, preparatoria alla prima prova di esame.

Questionario Bach – Violin-fugue

Ed ecco, ancora, un saggio proprio su questa celeberrima fuga violinistica, edito dalla Curci in una miscellanea dal titolo Una tebe dalle cento porte. Studi in onore di Marco de Natale, a cura dell’esimio musicologo Enrico Fubini.

Analisi musicale – M. MUSUMECI, Analisi da suonare. In FESTSCHRIFT PER MdN (ed. Curci)

Ai fini di appropriate verifiche e di di una valutazione relativa al primo quadrimestre è attesa la consegna da parte di ciascun studente, entro e non oltre il mese di febbraio, di almeno cinque esercitazioni mini-compositive (b.c. includibili) e di tre sintetiche ma compiute relazioni, fornite di chiare esemplificazioni analitiche e prodotte a stampa (battitura manuale oppure al pc, non a mano):

  1. una su un brano in forma di Allegro sonatistico (primo movimento di una Forma-Sonata), tra i tre studiati in classe di Haydn e di Mozart (fare riferimento ai rispettivi questionari);
  2. una su un brano fughistico, sempre scelto tra quelli inclusi tra i questionari d’analisi nell’Antologia Lo studio della forma musicale;
  3. una, a scelta, sulla Sarabanda per flauto solo oppure sulla Fuga per violino solo di J. S. Bach, con particolare riferimento all’analisi retorico-formale. Oppure ancora sull’analisi, in corso di svolgimento in classe, del primo movimento della Sinfonia I op. 21 di L. v. Beethoven, con sintetico riferimento allo stile armonico-tonale, tematico-elaborativo e timbrico-orchestrale.

Per il b. c. ecco di seguito i link più utili con quanto già pubblicato sul sito:

Fondamenti di composizione (Analisi II) – Lezione straordinaria di b.c.

Fondamenti di composizione (Analisi II) – Lezione VII

Fondamenti di composizione (Analisi II) – Lezione IV

Infine questo è il testo dell’importantissima mail inviata a tutti voi – ma attendo ancora l’indirizzo e-mail aggiornato da qualcuno …  – e della cui corretta osservanza ognuno di voi d’ora in poi è tenuto a rendersi personalmente responsabile.
Cari studenti,
come già pubblicato sul sito nell’ultima lezione, entro il mese di febbraio/primi di marzo al massimo, dovrò avere in mano gli elementi per una prima valutazione di ciascuno di voi. Valutazione che costituirà la base per l’ammissione e la valutazione definitiva dell’esame di I anno. In base ai più recenti programmi di esame chi infatti non si presenterà al detto esame con in mano la sua propria cartellina (vedi appresso) contenente in maniera ordinata una quantità sufficiente di materiali di lavoro prodotti durante l’anno non sarà nemmeno ammesso a sostenere la prima prova scritta.

Dunque fin d’ora mettete ordine nel lavoro già fatto e completate quello in corso.
Soprattutto procedete tutti al seguente modo:
in una cartellina-raccoglitore di quelle ad anelli contenente buste di plastica del formato A4 inserite – per ciascuna busta – la copia di ciascun lavoro svolto sia nella versione originaria sia nella versione corretta dal docente e ritrascritta pulitamente da voi. Se il foglio di musica è superiore al formato A4 provvederete a ritagliarlo …
Ciascun lavoro potrà essere compilato
  1. sia tutto a mano nell’esercizio dato e nella parte realizzata,
  2. sia a mano solo nella parte realizzata, come nel caso del b.c., dato che sono io a fornirvi la base degli esercizi,
  3. sia tutto a stampa quando realizzate da voi al pc su Finale gli esercizi. In tale ultimo caso dato che la versione che utilizzo io al momento non necessariamente corrisponde alla vostra mi rifarò a Finale 2006 [ciò significa che – se utilizzate una versione successiva – voi potrete comunque aprirla e poi una volta realizzata stamparla e consegnarmela per la correzione a mano; ma anche che io non potrò correggerla facendo sentire l’effetto sonoro]. Si tratta della maniera migliore: inutile dire che in tal modo avrete imparate ad utilizzare la videoscrittura musicale nella maniera più spontanea possibile e sarebbe da sciocchi non approfittarne …
Per agevolarvi vi invio al momento le pagine di esercitazioni di b. c. in stile fin’ora assegnate quest’anno, che comunque trovate sul sito. A richiesta individuale posso inviarvi in video-audio-scrittura su Finale qualunque materiale di lavoro prodotto in classe.
A questo vostro lavoro dovrete infatti aggiungere ordinatamente nel modo che vi ho indicato (cartellina-raccoglitore) e che sarà lo stesso da portare agli esami, tutto quanto già svolto: dalle tre esercitazioni di analisi sui questionari già assegnate ed obbligatorie per tutti – un Allegro da Sonata di Haydn o di Mozart, una Fuga di Bach, un’analisi retorico-musicale tra quelle già svolte in classe oppure l’analisi formale, tematica (fraseologica e motivico-generativa) e stilistica della Sinfonia op. 21 di Beethoven) e quelle aggiuntive già eventualmente svolte o che svolgeremo in classe. A questo materiale chi vorrà potrà aggiungere le “composizioni” elaborate lo scorso anno nella maniera più creativa ed apprezzata, ma solo quelle già dicusse e revisionate dal sottoscritto a suo tempo.
Insomma questa mia consegna riguarda il modo di lavorare che d’ora in poi sarà vincolante per tutti. E sono sicuro che tutti vi adatterete al meglio, trattandosi dell’unico modo per potere usufruire fruttuosamente di tutte le lezioni fino alla preparazione necessaria per il positivo superamento dell’esame.
Mi raccomando l’ordine e la pulizia sia formale che sostanziale!
Buon lavoro a tutti.
Il Prof

NOTA BENE:

La mancata osservanza di tali consegne comporterà di necessità la non classificazione e, nel caso di un numero di assenze non adeguatamente giustificate superiore al massimo consentito, la contestuale ed ulteriormente motivata formalizzazione delle procedure di radiazione dall’istituto.

Questa voce è stata pubblicata in E-learning. Contrassegna il permalink.

4 risposte a Fondamenti di composizione (Analisi II) – Lezioni VIII (=VIIbis) e IX (Beethoven, Bach e Verifica I)

  1. De Marco Noruccio Dario ha detto:

    Gentile maestro.. per favore potrebbe inviarmi i file del finale di tutti i bassi continui? la ringrazio molto

  2. musicaemusicologia ha detto:

    Ecco fatto (via mail).

    N.B.: L’espressione al plurale che usate è impropria: semmai “esercitazioni di basso continuo“.

  3. Chillè Alessandro ha detto:

    Gentile M°,
    mi invia i file di b. c. in Finale?
    Grazie.
    Alessandro

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.