Lectio magistralis del Prof. Mario Musumeci alla prima cerimonia inaugurale dell’Anno Accademico 2005-2006

foto e articolo di Sara Valeria Belfiore

Il 20 febbraio 2006 nella Sala Sinopoli, sede delle conferenze nel Teatro cittadino EAR Vittorio Emanuele, si è svolta  la cerimonia inaugurale dell’Anno Accademico 2005-2006 del Conservatorio “Arcangelo Corelli” di Messina, in quanto oramai stabilmente inquadrato nell’Alta Formazione Artistica, con regolamentazione generale nazionale e apposita delega di autonomia attribuita dalla stessa quale Istituto Superiore degli Studi Musicali di rango accademico analogo per titoli di studio prodotti al rango universitario.

Inaugurazione AA2006.jpg

Si tratta della prima occasione in cui la massima istituzione didattico-artistica musicale messinese si espone con una pubblica e solenne cerimonia, così rivendicando anche formalmente e simbolicamente il ruolo paritario all’istituzione universitaria che la nuova normativa riformistica, in tal senso pienamente attuativa della Costituzione, le attribuisce dopo decenni di istituzionale collocazione formativa atipica. La cerimonia inaugurale svolta in mattinata ha anticipato  la più consueta performance serale affidata al Concerto-Spettacolo di musica jazz, danza e recitazione “Art in Rhythm” a cura del Corelli Jazz Ensemble diretto dalla Prof.ssa Cinzia Gizzi e affiancato per l’occasione dalla Compagnia sperimentale di danza Koros-Giovanensemble diretto dalla coreografa Rita Colosi.

Alla presenza di un folto pubblico e contornati dagli organi rappresentativi dell’istituzione (Consiglio accademico e Rappresentanza degli studenti)

DSCN0020.JPG

hanno preso la parola per i convenevoli di rito e ciascuno per la parte di propria competenza: il Direttore del Conservatorio M° Angelo Anastasi che ha avuto l’onere, la lungimiranza e l’indubbio merito di traghettare in questo percorso irto di ostacoli il “Corelli”, il Decano Prof.ssa Carmela Leone memoria storica dell’istituzione, il M° Bruno Carioti Presidente della Conferenza Nazionale dei Direttori dell’Afam, l’appassionato Direttore generale dell’Afam Dott. Bruno Civello e l’attento Viceministro della Pubblica Istruzione On. Giovanni Ricevuto.

Agli stessi ha poi fatto seguito l’articolata ed ampia Prolusione del Prof. M° Mario Musumeci, docente di Teoria e analisi dello stile nell’Istituzione messinese di Alta Formazione ed investito dell’incombenza per il suo rilevante e continuativo impegno nei processi di ricerca ed innovazione didattico-formativa che hanno sostenuto e portato al compimento formale e contenutistico della riforma dell’Afam, tanto a livello locale che nazionale: sia in quanto coordinatore delle attività di sperimentazione didattica e di tutte le attività artistiche e didattiche, sia come docente impegnato nella pionieristica innovazione disciplinare che ha profondamente trasformato i curricoli del suo proprio settore disciplinare – Teoria dell’armonia e analisi; tanto da impostarne tassonomicamente l’intero ampio ventaglio di competenze, in seguito previste dalla specifica declaratoria. Caso unico, almeno in Italia.

Io in avvio.JPG

In questa sua impegnativa lectio magistralis, dal titolo “Creatività e conoscenza, interpretazione e analisi. A margine di un capolavoro da rivalutare: l’op. 40 di Sergej Rachmaninov“, il Prof. Musumeci ha esposto i fondamenti metodologici con cui affrontare la genesi di un processo creativo, non solo alla luce della personalità del grande compositore russo, più noto come tra i massimi pianisti di ogni epoca, ma con rigoroso e approfondito riguardo al testo musicale. Dunque alla sua implicata e risaltante qualificazione espressiva e narrativa; che le moderne tecniche di indagine analitica permettono oggi sempre più di scandagliare con un’acutezza e una profondità fino a ieri sconosciuta ed impensabile.

lectio magistralis mia - descrizione.jpg

Arrivando a palesare un ben argomentato studio comparativo, tecnico, estetico e critico, sulla diversificazione delle performance di più modelli interpretativi – ossia di grandi performer che hanno fatto la storia dell’interpretazione esecutiva dell’opera in oggetto.

Io alla fine.JPG

L’originale studio è stato inserito a buon diritto nel IV Quaderno del Conservatorio, alle pp. 59-94, pubblicato nel 2007 per le Edizioni Nicolò. La Grafica Editoriale, Messina.

Di seguito la (più ampia) versione originaria prodotta dall’Autore per la pubblicazione:

SAGGIO SU S. RACHMANINOV PER QUADERNI

L’inaugurazione del successivo Anno Accademico 2006/2007 è stata aperta dalla lectio magistralis del Prof. M° Guido Salvetti sul palco del Teatro Vittorio Emanuele. Il celebrato musicologo, già Docente e Direttore del Conservatorio milanese, ha ampiamente trattato delle varie problematiche inerenti la piena attuazione della Riforma dell’Alta Formazione Artistica e Musicale, in quanto parallela e paritaria all’Alta Formazione Universitaria e in stretta analogia alla normativa accademico-universitaria europea:

L’inaugurazione dell’Anno Accademico 2007/2008 si è svolta nell’Aula Magna dell’Università di Messina:

(rielaborazione del 13/12/2021)

Pubblicità
Questa voce è stata pubblicata in Attività artistiche e culturali, Critica d'arte e Musicologia, Istituzioni accademiche, Musica e cultura, Poesia della vita, Pubblicazioni (Trattati. Manuali. Saggi, Articoli), Studi e saggi analitici. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.